Il Renon è un paradiso per gli escursionisti. Qui non ci sono solo innumerevoli sentieri che aspettano di essere calpestati dalle vostre suole, ma abbondano anche boschi, prati, laghi, montagne. Tutto quello che potete desiderare da una vacanza immersi nella natura. Siccome la scelta è enorme e il tempo delle vacanze sempre troppo poco abbiamo preparato alcuni suggerimenti.

Sulle orme di un genio: la passeggiata Freud da Soprabolzano a Collalbo

Se il Renon è nell’elite delle destinazioni turistiche altoatesine non si deve solo al suo splendido paesaggio, ma anche a un ospite d’eccezione: il dottor Sigmund Freud. Diverse volte infatti, il fondatore della psicoanalisi ha soggiornato nel paese di Collalbo con la sua famiglia per una vacanza.

Collalbo è il punto di partenza di una delle più belle passeggiate del Renon, quella che proprio da Freud prende il suo nome. Il sentiero inizia da Collalbo e, seguendo il segnavia 35, si snoda tra boschi e prati per 5,5 chilometri fino alla stazione di Soprabolzano. Arrivati qui si può rientrare alla partenza prendendo uno dei convogli del trenino del Renon.

Lo straordinario tour della chiesa: la Longostagno ad Antlas

La chiesetta di Sant’Andrea merita una visita per la sua posizione unica. Il modo migliore per farlo è incamminarsi sul sentiero che da Longostagno porta fino lì. Da chiesa a chiesa, si potrebbe dire.

Il punto di partenza infatti è la chiesa del paese, dedicata alla santa Ottilia. Un edificio che ha un nucleo gotico risalente al XV secolo, ma fu ricostruita e ampliata nel XIX secolo. Da qui il sentiero ci porta oltre la locanda Kircher sulla strada segnata con la lettera “L” fino al primo bivio che conduce nel bosco.

Dopo circa 30 minuti di passeggiata in discesa si raggiunge il gasthof Zuner da cui si prosegue fino alla chiesetta di Sant’Andrea. Sulla strada del ritorno evitiamo il gatshof Zuner per seguire il sentiero marchiato con la lettera “A” nuovamente in direzione di Longostagno. Sono circa 90 minuti che camminiamo, ma se non ne hai ancora abbastanza di camminare puoi dirigerti alla chiesa di Verena allungando leggermente il percorso.

TEL
NAV